domenica 30 settembre 2012

BERLINO CON GLI OCCHI DI CLEMENTINA COLOMBINA

Mi scuso per la lunga pausa di Bambini a Berlino, ma tra le vacanze e il rientro avevo bisogno di riprendere le fila di tutti i progetti che sto seguendo e anche come dire ripensare il Blog che negli ultimi tempi aveva perso un po' del suo obiettivo, ovvero quello di raccontare BERLINO alle famiglie che vivono qui e a quelle che voglione venire a visitarla.

Insomma avevo un po' perso il filo, ma finalmente qualcuno me lo ha fatto ritrovare.
E come Arianna che tesse la sua tela, anche io ho deciso di tessere una nuova tela fatta di luoghi, sapori e racconti da questa Città che il più delle volte mi stupisce e mi riempe di belle giornate.

Berlino è la città in cui essere oggi, in questo momento se si ha una famiglia con dei bambini, perchè offre talmente tante occasioni di tempo da passare insieme in maniera adeguata per tutti che non lascia dubbi ne a chi ci vive ne al visitatore.

Ecco allora che da oggi vorrei cominciare un viaggio per la città e raccontarvela con gli occhi di mia figlia e i miei. Un viaggio fatto di quotidianità e di eventi speciali, di cose belle e perchè no anche di cose brutte, perchè le medaglie hanno sempre due facce e perchè non è tutto oro quel che cola :)

Il mio racconto comincia da oggi, una giornata di fine settembre, una bella giornata autunnale, dove gli alberi cominciano a diventare gialli e l'edera sulle case diventa rossa e la temperatura scende per cui si cerca il sole per potersi riscaldare...gli ultimi momenti in cui le ossa sentiranno il tepore del sole perchè da qui ad un paio di mesi il sole quasi scompare e anche se appare all'orizzonte non è mai caldo...quindi prepariamoci tutti e approfittiamo il più possibile delle giornate soleggiate di autunno.



Oggi a Berlino era giornata di Maratona. La Maratona del Mondo. Io e mia figlia ci siamo alzate con calma e dopo un bagno caldo ci siamo buttate in strada. Non mi ricordavo della maratona, ma la fortuna vuole che sia passata proprio qui accanto a noi e il grosso proprio nel momento in cui siamo uscite. Un fiume di persone, venute da tutto il mondo, non nego mi sono commossa nel vedere la tenacia e la passione della gente e ho anche tirato fuori quel poco di spirito patriottico che mi è rimasto e ho cominciato a urlare "forza, forza italia!" ai maratoneti italiani che passavao, l'incitamento era d'obbligo dato che qui siamo circa al 20 km della maratona.

Un fiume di gente e lo ripeto, perchè Clementina stupita mi ha chiesto: "ma dove va tutta questa gente, che strana festa che fanno". Ci siamo appollaiate sul margine della strada vicino ad una orchestra e abbiamo guardato la gente che passava e ascoltato la musica di una orchestra provvisoria.


Siamo tornate poi a casa, di corsa, per prendere le nostre biciclette e seguire la maratona. Ma prima di buttarci nella maratona siamo passate al Mercatino (Trodel sabato e domenica dalle 11 - alle 16.00) che abbiamo sotto casa a Marheinekeplatz e abbiamo trovato un letto a castello per le bambole, un oggettino bellissimo che ha suscitato un grande entusiasmo in clementina.


Clementina 4 anni quasi 5 oggi ha pedalato per circa 5 km, in una giornata autunnale, tra la pista ciclabile e dove possibile insieme ai maratoneti, in mezzo ad una città in festa, che raccontava con le sue facce e i suoi entusasmi la sua multi culturalità e la sua varietà di proposte e di sitili di vita.

Siamo arrivate fino a Rathaus Schoneberg, poi abbiamo incontrato degli amici, mangiato una buonissima pizza nella pizzeria al taglio Dolce Pizza (che scopro essere una catena, ma vi vonsiglio vivamente di andare a mangiare la pizza  al taglio da questa filiale. E' fatta con ingredienti freschi e buoni. Lo chef pizzaiolo è italiano, molto gentile ed esperto, insomma provare per credere ! Store 3 Rathaus Schöneberg (Centrale)
Belziger Str. 73, 10823 Berlin Tel.: 030/ 43 20 56 10) .

Poi siamo andate a giocare ad un parchetto giochi - Wartburg Platz- li dietro...divertimento garantito, una percorso ad ostacoli con una piccola parete per fare arrampicaggio. Per i più piccoli accanto c'è un altro enorme parco giochi con altalene e altro...


Ripresa la bicilcetta in direzione casa ci siamo fermate in un bar ad Eisenacher Str. - Clementina non si teneva più, doveva correre al bagno. Ma abbiamo avuto una felice sorpresa, il posto accogliente e la signora che lo gestisce molto sorridente e soprattutto torte da leccarsi i baffi. Noi abbiamo optato per dei piccoli Muffin al cioccolato (Vaffin Cocholaten come dice Clementina), una cosa da fine del mondo...



Insomma un po' di riposo e un po' di energia necessaria per ritornare poi verso casa, e poi il caffè fatto da una caffettiera Gaggia anche se stile tedesco (e io con il tempo ho cominciato ad apprezzarlo) non ha paragoni...insomma tutto di qualità







Abbiamo poi ripreso a pedalare e con calma siamo tornate a casa. La mia pulcetta oggi tra andare e venire ha pedalato circa 5 km, metro in più metro in meno. 5 km in città e non in campagna, su strade e marciapiedi sicuri. Un pomeriggio fatto di cose semplici ma allegre e che sicuramente ci lascerà un buon ricordo.


Perchè secondo Clementina Colombina la città qui è piena dipersone gentili con lei "perchè ho i capelli lisci e quindi mi vogliono tanto bene"

SCHEDA TECNICA DELLA GIORNATA:
necessità: giornata soleggiata o comunque senza pioggia, compagnia piacevole, voglia di fare movimento
partecipanti: madre e figlia
oggetti necessari: 2 biciclette o una bicicletta con sediolino, casco per il più piccolo dei partecipanti, borraccia d'acqua (le bottiglie di acqua a berlino sono la cosa più cara del mondo)
costo: 5,20 € (due pizze al taglio e una oransoda), 4,20 (muffin al cioccolato e caffe piccolo alla tedesca), letto a castello per le bambole 8 €.